Ferrara – Finestre rotte a casa del direttore di una associazione che aiuta i migranti. Proseguono le indagini

529

Ferrara – Un episodio che gli inquirenti stanno verificando. Ma sul quale, pare, non ci siano dubbi. Un pallino a piumini, lanciato con una fionda o con una pistola, ha colpito qualche ora fa una finestra dell’abitazione di Raffaele Rinaldi, direttore dell’associazione “Viale K” che, da anni, si occupa dell’ospitalità ai migranti e ai senzatetto.

Tutto farebbe pensare all’ondata di razzismo latente nella città degli Estensi e lo stesso Rinaldi ha detto: “Spero solo che si tratti della bravata di qualcuno che si voleva divertire”. Un tentativo di intimidazione nei riguardi di Rinaldi e dell’associazione? Le indagini, intanto, proseguono.
“Ho fatto denuncia verso ignoti-dice Raffaele Rinaldi-senza lanciare accuse specifiche. Potrebbe essere stato chiunque. Sarà la polizia ad occuparsi del caso”. L’episodio è avvenuto la notte scorsa ed ha impaurito soprattutto i figli piccoli del direttore dell’associazione ferrarese. Che opera sul campo da ventisei anni e accoglie persone che vivono in situazioni di povertà estrema. Sia italiane che straniere.

Giancarlo Vitale