Grottaminarda, strappate le foto-ricordo esposte in piazza

1160

Grottaminarda. È come fare i conti con la propria storia. Perché, era il titolo di una trasmissione televisiva, “La storia siamo noi”. Ma, da queste parti, qualcuno lo ha dimenticato.

Le foto di famiglie, di persone, di grottesi, rigorosamente in bianco e nero, sono state esposte, nella cittadina ufitana, nei giorni del Festone appena concluso. E chi, nella sua cittadina, mancava da tempo perché magari ormai lavora da qualche altra parte del mondo, e viene a Grottaminarda soltanto in quella settimana lì, si è rivisto in quelle foto ingiallite dal tempo, alcune, ma che facevano un effetto “amarcord”. È stata organizzata una mostra proprio perché si potesse tornare indietro nel tempo. Ma, a qualcuno, non stava bene. Gli incivili, gli insensibili ci sono dappertutto. E, ieri mattina, alcune foto sono state strappate e lasciate a terra. Come documentato anche sui social. Un gesto insensato, fatto forse senza rendersene conto. E subito, su Facebook, sono apparsi commenti che condannavano l’accaduto.

Giancarlo Vitale