Domenica 17 novembre in Piazza Neviera dalle ore 10.00, a Gesualdo, sarà possibile sottoscrivere per la richiesta di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre. Carmine Cogliano e Giuseppe Caracciolo  proporranno l’idea ai propri concittadini. La senatrice, sopravvissuta all’Olocausto, ha subito attacchi, adesso è  sotto scorta, due carabinieri l’accompagneranno negli spostamenti

E lei, nonostante l’età, va – “finché mi reggono le forze” ripete nella sua pacata, estrema lucidità – dove viene invitata, a portare la sua parola, a ricordare: perché la memoria dovrebbe essere la nostra ricchezza e la nostra difesa.

 “Io non perdono e non dimentico, ma non odio. E la trasmissione del non odio e battersi contro l’odio è un ammaestramento utile per i ragazzi e per tutti, perché l’atmosfera dovuta all’ignoranza e all’indifferenza, che è stata la regina del mondo di allora, c’è purtroppo anche oggi”.Queste le parole pronunciate dalla senatrice  parlando oggi alla conferenza Science for peace, organizzata all’Università Bocconi di Milano dalla Fondazione Umberto Veronesi.