L’Avellino espugna il campo della Viterbese con una gara soffertissima e porta a casa la seconda vittoria consecutiva in campionato. I laziali, in crisi già da tre turni, perdono la quarta gara consecutiva. Partita non eccellente sul piano del gioco, la squadra di Capuano soffre tantissimo a causa di diversi infortuni, si pensi solo che al 34’ del primo tempo, il tecnico degli irpini è stato costretto ad effettuare tre cambi per infortunio. Nel finale, a venti minuti dal termine, dopo aver effettuato tutte le sostituzioni, di cui almeno una per infortunio, si ritrova a giocare in dieci (anche se Morero stringe i denti e resta in campo) e a difendere in pratica in dieci davanti al portiere Tonti.

La cronaca: l’Avellino parte fortissimo, al 3’ di gioco, Baschirotto perde palla davanti la propria difesa in fase di impostazione, Alfageme si impossessa della sfera e serve Micovschi che controlla e insacca. Sei minuti dopo Di Paolantonio, su punizione, impegna Vitali che blocca a terra con difficoltà. E’ la Viterbese però a fare la gara, la squadra biancoverde attende l’avversario e quando può cerca di colpire in contropiede. Al 13’ Volpe, sul secondo palo, colpisce di testa, Tonti senza grossi problemi. Sul capovolgimento di fronte lunga fuga sulla destra di Charpentier che una volta in area mette palla al centro dove Bezziccheri anticipa sulla linea l’intervento di Alfageme. La Viterbese si rivede in avanti al 24’, lancio in area per Volpe, a tu per tu con l’estremo difensore irpino che è bravo a metterci una mano ed evitare il peggio. Al 33’ doppio colpo di testa in area irpina, prima Errico e poi De Giorgi non trovano la deviazione giusta. La manovra della viterbese è lenta e macchinosa e l’Avellino, questa volta, non commette errori difensivi. Al 44’ è Errico al cross dalla sinistra, la palla supera Abibi, ma Volpe non arriva per il tapin finale.

Nella ripresa, il gioco è ancora più lento e macchinoso, anche se, a causa dei vari infortuni, come già accennato, la squadra irpina supererà pochissime volte il centrocampo. Al 54’ punizione di De Falco dalla sinistra, Volpe di testa colpisce la traversa. Al 75’ Morero si infortuna, resta in campo, ma è praticamente fermo. Capuano lo sposta a centrocampo, ma la squadra biancoverde di fatto gioca in 10 con Albadoro a fare la boa in attacco, ma con poco impegno rispetto ai suoi compagni. All’88’ la difesa irpina sembra alzare bandiera bianca, Svidercoschi arriva al tiro dopo aver superato Tonti, un difensore biancoverde salva sulla linea. Dopo ben sette minuti di recupero l’arbitro Colombo fischia la fine tra la gioia e la sofferenza dei tifosi irpini che ancora una volta hanno seguito, incitando per tutta la gara, i lupi.

Domenica prossima, inizio ore 14:30, al Partenio-Lombardi arriverà la Sicula Leonzio dell’ex Bucaro.

VITERBESE – AVELLINO 0-1
 
Marcatori: 3’ Micovschi (A)
 
VITERBESE (3-5-2): Vitali; Atanasov, Markic (46’ Urso), Baschirotto; De Giorgio, Antezza (46’ Svidercoschi), De Falco (56’ Sibilia), Bezziccheri (56’ Bensaja), Errico; Pacilli (75’ Molinaro), Volpe. A disp.: Pini, Scalera, Milillo, Corinti, Ricci, Bianchi, Culina. All. Antonio Calabro
 
AVELLINO (3-4-3): Tonti; Zullo (29’ Rossetti), Morero, Illanes ; Laezza (34’ Fallou), De Marco, Di Paolantonio, Parisi; Alfageme (29’ Karic; 64’ Silvestri), Charpentier (64’ Albadoro), Micovschi. A disp.: Abibi, Acampora, Petrucci. All. Ezio Capuano
 
Arbitro Andrea Colombo della sezione di Como 6 (assistenti Orazio Luca Donato di Milano e Nicola Tinello di Rovigo)
 
Ammoniti: Illanes (A), Atanasov (V), Parisi (A), Charpentier (A), Tonti (A), Micovschi (A)
 
Angoli: 7 a 1
Recupero: 4’ pt; 6’ +1’ st
Note: Spettatori presenti circa 1.500