Grottaminarda. Fine anno col botto in casa giallorossa :tra entrate ed uscite, l’undici di mister Iuliano appare se non ribaltato quantomeno modificato. Sopratutto in ruoli chiave.

Nel reparto difensivo e in attacco il patron del Grotta, Mauro Piccolo, come si dice ha voluto intervenire.

E nel giro di ventiquattro ore, o poco più, nel club di via Vittorio Veneto sono presentate alcune facce nuove:c’è molto entusiasmo, intanto, per ritorno a casa di Domenico Mustone, laterale di sinistra e, all’occorrenza, difensore centrale. Viene da stagioni disputate in serie D, l’ultima con il Gelbison, e quindi porterà notevole esperienza.

Mustone, ventotto anni, dotato di una ottima tecnica ed un sinistro preciso, porterà una forte spinta sulle fasce è potrebbe esordire già domenica prossima.

Oltre a Mustone, grottese doc, arriva al Grotta anche un argentino: Matias Roman Castro, difensore centrale di ventidue anni, che come il neo compagno di squadra ha giocato in serie D. Tra le altre con la Palmese.

Mancino come Mustone, forte di testa, piedi educati e ottimo senso della posizione. Per il reparto avanzato acquistato Antonio Pugliese, originario di Sturno, venticinque anni, attaccante esterno, già qualche anno fa ha indossato i colori della società ufitana.

Cresciuto nelle giovanili dell’Avellino, ha giocato con Paganese e Eclanese.

Il Grotta ha rinunciato all’apporto del centravanti Angelo Cioffi, che non farà più parte del Grotta.

La notizia ha lasciato con l’amaro in bocca i tifosi giallorossi e, sopratutto, delusi, per questa scelta.

L’attaccante, negli anni in cui è stato a Grottaminarda, ha dimostrato attaccamento ai colori sociali oltre ad essere una pedina importante dello schieramento giallorosso. Rispondendo sempre ottimamente ogni volta che è stato chiamato a giocare.

La società, quindi, sta cercando sul mercato una punta che possa segnare un buon numero di gol.

Leggi su TgNewsTv

Giancarlo Vitale