Docenti precari fino a 2500 euro con Bonus Docenti

897

La Suprema Corte di Cassazione Sezione Lavoro con Sentenza 29961/2023 del 27/10/2023 ha riconosciuto a tutti i docenti precari che hanno svolto servizio di supplenza almeno fino al 30/06 il diritto di usufruire del beneficio economico di 500€ all’anno tramite la cosiddetta “Carta elettronica” per l’aggiornamento e la formazione del personale docente.

Il sindacato UNAMS, guidato dal segretario provinciale Professor Massimiliano Finamore, ha attivato una procedura online per l’adesione gratuita al bonus docenti, riservata a tutti i tesserati. Per aderire, è possibile recarsi presso le sedi del sindacato previo appuntamento o inviare un messaggio su WhatsApp al seguente numero 320.161377.

Gli iscritti UNAMS hanno avuto accesso allo stesso trattamento riservato ai docenti e agli educatori di ruolo, ottenendo l’accredito del bonus carta docente fino a 2500€ grazie alla collaborazione dell’Avv. Antonio Di Stasio.

L’Avv. Di Stasio ha risposto ad alcune nostre domande:

  1. Quali sono stati gli argomenti principali che hanno portato alla vittoria dello Studio Legale Avv. Antonio Di Stasio contro il Ministero dell’Istruzione e del Merito per il riconoscimento della carta docenti?

Il Bonus Carta Docenti è un beneficio istituito per garantire l’attività di aggiornamento e formazione dei Docenti di ruolo. Questi per svariate ragioni (malattia, maternità) sovente vengono sostituiti da docenti supplenti che svolgono la medesima attività dei docenti a tempo indeterminato ma con contratti a termine. In ossequio al principio di eguaglianza, Il Consiglio di Stato, Sez. settima, con Sentenza n. 1842/2022 del 16/03/2022, la Corte di Giustizia Europea con ordinanza emessa il 18/05/2022 nella causa C-450/21 e la Corte di Cassazione civile, Sez. Lav., con Sent. 29961/2023 del 27/10/2023, hanno lapidariamente statuito che il diritto/dovere di formazione professionale ed aggiornamento riguarda tutto il personale docente e che pertanto la Carta del docente spetta anche al personale con contratto a tempo determinato.

2. Qual è stata la strategia legale adottata per ottenere la sentenza favorevole?

 Il ricorso è improntato sulla linea interpretativa della giurisprudenza maggioritaria che riconosce il diritto dei docenti precari assunti negli ultimi 5 anni con contratti fino al 30/06 o al 31/08 di beneficiare del Bonus Carta docente e quindi all’accredito del Bonus sulla carta elettronica del docente per un valore massimo di euro 2500. Lo stesso diritto è riconosciuto anche ai docenti che sono usciti dal circuito scolastico, i quali avranno diritto ad essere indennizzati in ragione del bonus carta docente non goduto.

3. Quali sono state le principali difficoltà incontrate durante il processo legale?

Considerato che il Sindacato UNAMS del Prof. Finamore assiste docenti che svolgono funzioni di supplenza in tutta Italia, nelle prime battute, la difficoltà principale è stata quella di risalire agli orientamenti dei vari Tribunali italiani non sempre unanimi. Inoltre il MIM spesso si costituisce in giudizio contestando il diritto del ricorrente a percepire il Bonus, ciò impone, per una corretta difesa del docente precario, una replica certosina che ha sempre sortito l’esito sperato, ossia la condanna del Ministero a corrispondere al docente precario il Bonus Carta docente per gli anni pregressi e per quello in corso.

4. Qual è l’importanza di questa vittoria per i docenti e per il sistema educativo in generale?

 Le vittorie riportante in favore dei docenti precari hanno la funzione di legittimare, per quanto possibile, il loro lavoro compiuto con passione e dedizione al pari dei docenti di ruolo.

5. Quali sono le prossime sfide legali che lo Studio Legale Avv. Antonio Di Stasio intende affrontare nel campo dell’istruzione e del merito?

 Il Sindacato UNAMS del Prof. Finamore è impegnato nella tutela dei diritti del personale scolastico a tutto tondo, una questione che riguarda da vicino gli stessi docenti precari e il riconoscimento della RPS (retribuzione professionale docente). Si tratta di un compenso accessorio mensile che, per chi è precario, ammonta ad € 174,50 mensili con esclusione della tredicesima, ma che viene anch’esso negato dal MIM. Il sindacato attraverso il mio operato ha deciso di affrontare ancora una volta il Ministero per costringerlo a riconoscere ai docenti precari la RPS negata.

6. Dove ha ottenuto sentenze favorevoli e in quale provincia sono state emesse tali sentenze?

Al momento ho ottenuto due sentenze favorevoli a Benevento e una a Firenze. Attendo risultati positivi anche ad Avellino e Bergamo il mese prossimo.

Per le prenotazioni presso le varie sedi del sindacato utilizzate i seguenti recapiti:

*Grottaminarda* *Martedì e Giovedì – Loredana 349 106 5195*

*Grottaminarda* *Lunedì, Mercoledì e Venerdì – Carmela*
*333.3724401*

*Frigento Lunedì e Giovedì – Luciana*
*327 118 4224*

*Avellino Sabato – Cinzia 349 506 9968*

*Benevento Martedì e Venerdì -Pasquale*
*3895519396*

*Giorni ed orari del sindacato UNAMS Scuola Formazione* presso le varie sedi Scuola Formazione-UNAMS

Si riceve per appuntamento:

*LUNEDI’:*

*Grottaminarda 9 – 13*

*Frigento 15 – 19*

*MARTEDÌ*

*Grottaminarda 9 – 12,30*

*Benevento 9,30 – 19,30*

*MERCOLEDÌ*

*Grottaminarda 9,00 – 16,00*

*GIOVEDÌ*

*Grottaminarda 9,00 – 12,30*

*Frigento 15-20*

*VENERDÌ*

*Grottaminarda 9,00 – 16,00*

*Benevento 15-19,30*

*SABATO*

*Avellino 8,30-12,30*

Per info e prenotazioni 320.1613773