Utili consigli della dottoressa Pina Famiglietti per famiglie e bambini su cosa mangiare in questo periodo che si rimane in casa

368

Utili consigli della dottoressa biologa nutrizionista Pina Famiglietti  per famiglie e bambini su cosa mangiare in questo periodo che si rimane in casa.

L’Italia e il mondo intero stanno attraversando un periodo molto difficile. Da più di un mese le nostre abitudini e stili di vita sono estremamente cambiate e anche se può sembrare frivolo questi cambiamenti possono influire negativamente sulla nostra salute e sul nostro peso.

Per molte persone la noia e la preoccupazione per l’emergenza sanitaria o le tensioni che si possono creare all’interno della famiglia dovute al rimanere in casa per molto tempo possono favorire un’alimentazione compulsiva prediligendo alimenti ricchi di grassi, sale e/o zucchero che creano un effetto di “dipendenza” e appagamento, ma favoriscono anche un incremento dell’introito calorico giornaliero.

Le strategie alimentari che possiamo adottare in questo periodo, sono le seguenti:

  1. Mantenere 5 pasti principali al giorno ad orari regolari.
  2. Meglio utilizzare, per i primi piatti, sughi a base di verdure e ortaggi oppure una zuppa di legumi.
  3. Per il secondo piatto scegliere tra carni bianche, pesce, legumi, formaggi magri o uova. Verdura come contorno, consentendo di assumere fibre e aumentare nello stesso tempo il senso di sazietà.
  4. Evitare spuntini ipercalorici, succhi di frutta, bevande zuccherate o alcoliche, preferendo come spezza-fame yogurt magro, un paio di fette biscottate, frutta fresca, frullati di frutta e ortaggi (finocchi, carote, ravanelli, sedano).

Ovviamente non esiste una dieta specifica contro il Covid-19 e non ci sono evidenze scientifiche di alimenti specifici in grado di migliorare le nostre difese immunitarie per prevenire o combattere questa infezione. Tuttavia alcuni nutrienti direttamente o indirettamente sono coinvolti nel corretto funzionamento delle difese naturali come per esempio i probiotici (microrganismi batterici che vivono nel nostro intestino e che costituiscono il microbiota intestinale) ed i prebiotici (fattori nutrizionali necessari al nutrimento della flora batterica intestinale e sono rappresentati da alcuni tipi di fibre presenti nei cereali integrali, ortaggi, frutta fresca e secca e legumi).

INDICAZIONI PER  LA SPESA

  • Vi consiglio di farvi una piccola scorta di alimenti a lunga scadenza come pasta, riso, legumi e condimenti pronti e alimenti in scatola può essere una buona scelta per limitare sia le volte in cui si deve uscire per fare la spesa, sia per le consegne a domicilio che spesso vengono fatte da volontari.
  • Tra la frutta e la verdura preferire quella che si conserva più a lungo come mele, pere, arance, kiwi, cavoli, broccoli, bietole, carote, finocchi ecc.
  • Anche la carne e il pesce possono essere acquistati in quantità più abbondanti e poi congelati dopo la cottura possibilmente in confezioni già porzionate con etichetta riportante il contenuto e la data di confezionamento.
  • I formaggi soprattutto quelli stagionati hanno una scadenza lunga, mentre latte e formaggi freschi vanno consumati entro pochi giorni e quindi non è utile eccedere nelle quantità.

Oltre ad una sana e corretta alimentazione invito tutti ad incrementare il movimento anche in casa:

– Quando si sta seduti a leggere o davanti alla televisione, interrompere l’attività dopo 30 minuti, alzandosi e camminando per la casa. Sono efficaci anche solo 3-5 minuti di attività motoria.

– Per i bambini non superare le 2 ore di televisione al giorno magari suddivisa tra mattina e pomeriggio. Ricordate che un bel film soprattutto se condiviso con i genitori, può essere un’esperienza molto più interessante e anche a suo modo formativa rispetto ai cartoni seriali, tipicamente brevi e concitati, e che lasciano sempre i bambini un po’ insoddisfatti, e desiderosi di vederne almeno un altro.

L’emergenza sanitaria impone regole da seguire e se tutti le rispettiamo, possiamo sperare che questa pandemia possa terminare al più presto. Nel frattempo occupiamoci della nostra salute anche stando a tavola e vedrete che andrà tutto bene.