Il Tempio di Bacco a breve ritornerà al suo antico splendore

106

Prosegue il restauro del Tempio di Bacco al Parco di Villa Cimbrone a Ravello. I lavori sotto l’Alta Sorveglianza della Soprintendenza di Salerno

Il Tempietto voluto da Lord Grimthorpe, è ubicato in un luogo appartato del Giardino più bello del mondo; è posto, infatti, sul versante che si affaccia a sud – ovest nel Vallone del fiume Dragone che segna i confini tra Ravello e Scala. Risalente ai primi anni del Novecento, esso è preceduto da un viale alberato cinto da un doppio filare di cipressi.

Il monumento a pianta circolare, con diametro pari m. 4,80 e otto colonne monolitiche in pietra locale, “turice”, è concluso da una cupola ricoperta da un manto di tegole in cotto.

Attualmente il manufatto è interessato a lavori di consolidamento e restauro con l’ Alta Sorveglianza della Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino diretta da Francesca Casule, con l’arch. Isabella Mandia e le funzionarie storiche dell’arte dott.sse Lina Sabino e Rosa Carafa.

I lavori, ormai giunti nella fase conclusiva, sono stati affidati da Giorgio Vuilleumier, Amministratore Unico della Villa Cimbrone Srl, alla ditta Salvatore Ronga di Salerno. La direzione architettonica affidata al prof. Alberto White con studio a Roma, quella strutturale all’ing. Giuseppe Del Pizzo di Minori.

La direzione di cantiere affidata all’arch. Gianluca Ronga.

Leggi su TgNewsTV