È morto di Covid Don Carlo Graziano di Bonito    

1073

 È morto di Covid Don Carlo Graziano di Bonito

Il 18 gennaio si è spento a Brooklyn, Don Carlo Graziano, vittima del Covid. La comunità d’oltreoceano lo piange ricordando la sua umanità, la sua cultura. Anche il paese natio è restato sbigottito nell’apprendere la notizia. Carlo Graziano nacque a Bonito il 20 maggio del 1938, da Antonio e Silvia Cardillo. Completò gli studi nel Pontificio Seminario Regionale Pio XI di Benevento e fu ordinato sacerdote il 7 maggio 1961 nella Chiesa Madre di Bonito, il suo primo ministero si svolse ad Ariano Irpino. In Italia fu insegnante di Religione. Nel 1970 si trasferì a Brooklyn dove fu assegnato alla chiesa di Sant’Attanasio. Intanto continuò gli studi, dopo aver conseguito una laurea in psicologia presso il “St. Francis College” di Brooklyn e un’altra in lettere presso la prestigiosa “New York University”, divenendo professore di ruolo di lingua italiana presso la “John Pershing Junior High School” di Brooklyn. Il Provveditore agli Studi di New York lo nominò consulente nella preparazione dei programmi e degli esami d’italiano e fu incaricato di scrivere il manuale I can speak Italian per gli studenti delle scuole medie. Nel 1985 pubblicò Dialoghi Simpatici, un libro di letture per gli studenti d’italiano, per le edizioni National Textbook Company. Nel 1987, presso la stessa casa editrice, pubblicò Italian Verbs and Essentials of Grammar, un compendio esauriente della grammatica e sintassi italiana per gli studenti universitari. Questa grammatica, oltre che negli Stati Uniti, è diffusa anche negli altri paesi di lingua inglese, come il Canada, l’Australia e l’Inghilterra. Qui viene distribuita da Steve Thornes, l’editore della Oxford University. Recentemente la Mc Graw Hill, che ha rilevato la National Texbook Company, ha adattato questa grammatica alla lingua rumena e la diffonde anche in Romania con il titolo Ghid practic de gramatica italiana. Nell’ambito del suo ministero sacerdotale ha collaborato col settimanale cattolico in lingua italiana Il Crociato della diocesi di Brooklyn e ha redatto, per gli emigranti italiani, una rubrica radiofonica alla WHBI FM 105.9. Ultimamente collaborava con Radio Maria. Nel 1979, per la St. Paul Editions di Boston (USA) pubblicò un libro di canti e musiche sacre, da lui composte, Intorno alla tua mensa. Composizioni successive sono raccolte nel volume Lodate il Signore, pubblicato a Brooklyn nel 2002. Pur dimorando all’estero, Carlo Graziano ha sempre mantenuto il contatto col paese natio, ogni estate egli vi tornava e si tratteneva per qualche mese, approfittava per fare ricerca, per incontrare gli amici, in modo particolare il compianto Adriano De Pasquale, suo punto di riferimento a Bonito. Tutto questo fino al 2002. L’attentato alle torri gemelle, poco lontano dalla sua casa di Brooklyn, un serio intervento al cuore, lo scoraggiarono a viaggiare, così non tornò più in Italia. Di tutti i suoi scritti, il più importante è sicuramente la Storia di Bonito (1988), ma di notevole interesse son anche Il dialetto di Bonito (1989), Le antiche chiese di Bonito (1991), e una serie di preziose pubblicazioni monografiche frutto di ricerche storiche su vari argomenti: – Itinerari bonitesi, Brooklyn N. Y., 1999.  Il parroco dell’Assunta. Mons. Giuseppe De Michele, Brooklyn, N.Y., 1999. La chiesa collegiata di Bonito nel 1700, Brooklyn N. Y., 2000. La chiesa collegiata di Bonito nel 1800, Brooklyn, N.Y., 2000. Santa Maria della Neve di Morroni-Bonito (Avellino), Brooklyn N. Y., 2000. Agricola Christianus, Brooklyn, N.Y., 2000. Il mistero di una mummia: Vincenzo Camuso, Brooklyn, N.Y., 2000. San Bonito, Brooklyn, N.Y., 2000. Da Siviglia a Bonito: La Candelora, Brooklyn, N.Y., 2000. San Crescenzo e la chiesa dell’oratorio, Brooklyn, N.Y., 2000. Da Tenerife a Bonito: La Candelora, Brooklyn, N.Y., 2000. Memoria Beati Crescentii Martyris, Brooklyn, N.Y., 2001.  Un parroco scrive…, Brooklyn, N.Y., 2002.  Documenti inediti di storia bonitese, Brooklyn, N.Y., 2002. Francescani a Bonito: la chiesa e il convento di Sant’Antonio, Brooklyn N.Y., 2004. Il colera del 1867 a Bonito, Brooklyn, N.Y., 2005.  Questi quaderni stampati in proprio, erano spediti in Italia, tramite chi scrive, poi, erano distribuiti in paese. Nel 2006, Emanuele Grieco raccolse i quaderni in modo organico, integrandoli con nuove ricerche, nel volume Bonetum in Hirpinis. Nei libri pubblicati dal Grieco, non è mai mancato un notevole contributo dell’amico americano, fin dai Ritratti – Bonitesi del Novecento – Dieci figure da raccontare, Delta 3 Edizioni, 2007. Bonito e i suoi figli nel mondo – Storie di emigrazione in Irpinia, Grafiche Lucarelli, 2008, è arrivato a Ellis Island e giace tra la documentazione del museo. Infine, Alla ricerca delle cose perdute – Gaetano Di Vito, una vita, un museo, Bonito ritrovata, Delta 3 Edizioni, 2010, è un omaggio al “ragazzo del museo” di Bonito. Nel 2016, essendo esaurita la pubblicazione Bonetum in Hirpinis, don Carlo decise di raccogliere la parte migliore e quella relativa al “sacro” nel nuovo testo Bonito sacra. 300 copie del libro furono donate alla popolazione, altre conservate nella biblioteca comunale di Bonito e in quella provinciale di Avellino.

Franca Molinaro