San Nicola Manfredi – ‘Sviluppo e Solidarietà consegna 100 saturimetri

442
I saturimetri consegnati

Il gruppo promotore dell’iniziativa “Esprime grande soddisfazione”

Vaccini, Vernillo: “Favorevole ma si doveva cominciare da docenti, ata e presidi”

Il gruppo consiliare ‘Sviluppo e Solidaretà’ ha consegnato 100 saturimentri ai cittadini sannicolesi che ne hanno fatto richiesta. La consegna è stata possibile grazie alla donazione di una cittadina del luogo.

Arturo Leone Vernillo

Il capogruppo consiliare Arturo Leone Vernillo ha così commentato l’iniziativa: “Siamo orgogliosi che ci sia una forte sensibilità verso quelle che sono le esigenze del territorio. Il nostro gruppo consiliare, in questo specifico settore, è stato il precursore di questa iniziativa che si muove nell’ambito delle Politiche Sociali. E di questo ne siamo orgogliosi”.

Vernillo fa “gli auguri al neo eletto segretario cittadino di Forza Italia, Paolo Politano”, nominato dal vice coordinatore regionale di Forza Italia, Francesco Maria Rubano unitamente al coordinatore provinciale, Nascenzio Iannace.

Abbiamo chiesto al consigliere di opposizione cosa pensa dei vaccini contro il Covid-19.

“Sono dell’avviso che qualche politico a livello nazionale, abbia ragione che bisognava somministrare i vaccini sin da subito, appena questi sono stati disponibili, ai docenti, personale ata e presidi essendo quelli più esposti. A tal proposito una nostra consigliera comunale, la docente Monica Iuliano ha già avuto la somministrazione del vaccino”. Inoltre, Vernillo si è detto favorevole alla “provincializzazione delle aree. Non si può continuare a pagare lo scotto di province e città che presentano una densità abitativa molto alta rispetto alle nostre zone. Purtroppo, ciò va a penalizzare anche le nostre aree che presentano un Rt, il fattore di contagio, certamente, meno evidente rispetto alle grandi città”. Per ora non resta che attendere che trascorrano i primi quindici giorni del mese di Marzo auspicando un ritorno alle attività didattiche in presenza dato che, l’ordinanza regionale numero 6 firmata nella giornata di ieri dal presidente Vincenzo De Luca, ha ordinato, appunto tra le altre cose, la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado presenti sul territorio regionale.