San Giorgio del Sannio – Franco Cuomo interviene su quanto accaduto alla Rocca

61

Franco Cuomo interviene su quanto accaduto alla Rocca

Riceviamo&Pubblichiamo

“Quanto avvenuto alla Rocca dei Rettori avvalora lo squallore in cui versa la politica ed una certa classe tecnica ed imprenditoriale della nostra Provincia e non solo. Metodi e sistemi operativi che mortificano e deturpano il già scarno, provato tessuto socio-economico dei nostri territori e spiegano con dovizia di particolari il perché del costo esorbitante delle opere pubbliche in Italia (soprattutto al Sud) e la non più tollerabile, micidiale nonché delinquenziale ragione delle grandi incompiute (miliardi al vento come nel caso dell’ex ETI e perché no, di Palazzo Bocchini a San Giorgio del Sannio, autentici pozzi di San Patrizio).

Difronte a certe poco edificanti notizie non c’è assolutamente alcuna voglia di gioire, anzi c’è solo profonda amarezza nel constatare che rispetto alla sofferenza e agli sforzi quotidiani delle famiglie meridionali provate dalla mancanza di lavoro e di prospettive per i propri figli si continui allegramente sperperare il pubblico danaro. Ecco i motivi per cui chiedo ai giovani di San Giorgio del Sannio di partecipare, di trasformare il pensiero in azione, di pretendere da chiunque, (politici ed amministratori) validi strumenti di verifica e di controllo previsti dalla Legge e dai regolamenti come: la costituzione di una commissione di indagine su Palazzo Bocchini; la pubblicazione sempre e comunque, in nome della trasparenza e della legalità, di tutta la contabilità sin dall’inizio di un’opera pubblica; di una forte azione popolare e giovanile che costringa i vertici Regionali e Nazionali a restituirci i posti di lavoro sottratti con la chiusura dell’ex ETI. Nel frattempo ringrazio doverosamente la Magistratura e le forze dell’ordine per averci restituito una minimo di fiducia nelle Istituzioni. Grazie! Il cittadino Franco Cuomo”.