Verde pubblico a Salerno, l’appello di Rispoli (Csa provinciale) all’assessore Natella

27

“Se qualcuno pensa che il problema dei parchi sia aprirli e chiuderli, scaricando la responsabilità sulla polizia municipale, si è davvero fuori strada. I parchi pubblici di Salerno hanno bisogno di manutenzione, quella che garantivano le cooperative sociali. Questo resta il vero problema”.

Così Angelo Rispoli, segretario della Csa provinciale, replica all’assessore Massimiliano Natella, sulla gestione del verde pubblico a Salerno. “L’unico parco aperto in città è il “Pinocchio”, gestito da Salerno Solidale. Perché invece delle solite polemiche non si pensa a una gestione temporanea di Salerno Solidale con l’inserimento lavorativo dei lavoratori delle vecchie cooperative? Prima della stagione primaverile vanno garantiti degli interventi essenziali per le strutture e questo è l’unico modo per farlo. Aprire e chiudere un parco pubblico è l’ultima cosa da fare. Questa moda di scaricare tutto addosso agli agenti della polizia municipale è sbagliata. Mi appello all’assessore Natella: renda possibile questa soluzione o un’altra intermedia, ma si attivi subito per la città. Il verde urbano e le famiglie dei lavoratori delle cooperative sono allo stremo”.