Bianco:”Gesualdo entra a pieno titolo tra i Borghi più belli d’Italia. Un successo che inorgoglisce un’intera comunità”

140

Gesualdo entra a far parte tra i Borghi più belli d’Italia e l’ingegnere Gianfranco Bianco Assessore al Turismo del Comune così commenta

“Gesualdo entra a pieno titolo tra i Borghi più belli d’Italia. Un successo che inorgoglisce un’intera comunità che raggiunge un riconoscimento importante. Mi preme però, per correttezza istituzionale, porgere il mio personale ringraziamento alle persone che insieme a me, caparbiamente, hanno reso possibile raggiungere questo risultato. Giuseppe Caracciolo, Carmine Grappone ed Antonio Battista che non solo hanno avuto questa brillante intuizione, ma ci hanno creduto e speso le loro migliori energie, Raffaele Pietropaolo, Mario Carrabs e Nadia Savino con il suo percorso esperienziale che hanno stupito la commissione giudicatrice con la  loro ospitalità e sapienza nei rispettivi ruoli, la consulta comunale del turismo e Michele Annicchiarico dell’info point. Il sostegno convinto da parte dei consiglieri Americo D’Onofrio e Michele Di Foggia che non hanno mai fatto mancare il loro appoggio nei lunghi quattro anni necessari per il completamento del progetto. Tra gli ideatori del progettO, c’è anche Maria Laura Carrabs. Non dimenticando il grande lavoro dei proposti al decoro del borgo e lo spirito di accoglienza dei suoi abitanti, il consigliere Alfonso Caloia per la meritoria opera di valorizzazione dei prodotti tipici e Silvia Kaestel con la sua Italianelmenù che ha portato la nostra cittadina sulla rete televisiva pubblica tedesca.

Il patrimonio che ci è stato lasciato in dono dai nostri avi, merita di essere valorizzato, mantenuto vivo ed “esportato” in modo da far convivere e crescere insieme, il meritato orgoglio per il proprio paese e lo sviluppo di attività in grado di sostenerne ed aumentarne il benessere.

Non nascondo la mia personale soddisfazione per la riuscita positiva di un progetto che ho voluto fortemente, ma che senza il determinate impegno e la dedizione delle persone che si sono prodigate attivamente, non avrebbe mai visto la luce.

Ora bisogna rimboccarsi ulteriormente le maniche per far in modo di attivare ogni energia disponibile e mettere a frutto quello che è, e dovrà essere, un ottimo punto di partenza, forti di questa esperienza che ha dimostrato a noi stessi che la testardaggine , l’impegno e le competenze se ben coordinate e supportate vincono anche contro sciocchi ed inutili giochi di potere”.