Flumeri, gli alunni dell’ I.C. B. Croce realizzano il sito: “I Sette Patrimoni del Croce”

90

Flumeri, gli alunni dell’ I.C. B. Croce realizzano il sito: “I Sette Patrimoni del Croce”

Una grande opera sulla rete è stata realizzata dai docenti e gli alunni dell’I.C. “Benedetto Croce” di Flumeri. Il progetto nato da un’idea dei docenti Biagio Costato e Rosita D’Alessandro ha preso forma nel corso dell’Anno scolastico 2021-2022, grazie alle competenze e le conoscenze informatiche dei docenti che hanno saputo coinvolgere gli alunni del Croce. trasmettendo le nozioni informatiche ed i contenuti  necessari pe rrealizzare un sito utile e funzionale.

Schema del progetto

Progetto di Educazione Civica
I Sette Patrimoni del Croce
Sito Internet
Ideato e Progettato
Biagio Costato – Rosita D’Alessandro
Realizzato
Biagio Costato – Rosita D’Alessandro
gli alunni della Scuola Secondaria di I Grado
con la collaborazione di tutti i docenti della Scuola Secondaria di I Grado “Benedetto Croce” di Flumeri
Anno Scolastico 2021-2022

Carife, Castel Baronia, Flumeri, San Nicola Baronia, San Sossio Baronia, Villanova, Zungoli. Sette paesi della provincia di Avellino, sette piccole realtà, testimonianza di vita e di storia, dove l’antico incontra il moderno, dando origine ad un nuovo modo di vivere,
da preservare e tutelare.
Il patrimonio è l’eredità del nostro passato.
E’ qualcosa con cui viviamo oggi e, si spera, qualcosa da trasmettere alle generazioni future.
E’ il nostro DNA, la nostra linfa, la nostra identità.

Una semplice domanda ed una palese risposta ci fa scoprire la pregiata soluzione.

Chi sono i giovani?

I giovani sono coloro che possono cambiare il mondo in ogni luogo ed in ogni epoca.

L’attuale società sta spegnendo l’entusiasmo dei giovani perché prospetta un avvenire con un futuro incerto, quasi nullo. La panacea di tutti i mali sembra risiedere nell’emigrazione, nell’evasione dalla terra natia.

E allora bisogna  riprogrammare e porre nuovi obiettivi, aprire nuovi orizzonti,
dialogare coi ragazzi.

Come può la scuola intervenire in questo processo di  rinascita?

Attraverso l’educazione civica è possibile far scoprire i tesori racchiusi nella propria terra, invitarli a tornare nell’Italia interna o a non lasciarla.

Convincersi che la ricchezza vera non si trova in altro luogo, ma nelle vicinanze;
basta alzare lo sguardo e stupirsi.