Grottaminarda Intervista a Nicola Cataruozzolo, nuovo segretario cittadino del Pd

99

Grottaminarda Intervista a Nicola Cataruozzolo, nuovo segretario cittadino del Pd.

È cambiata anche la sede. Nel segno del completo rinnovamento del Pd grottese, che pochi giorni fa ha eletto il nuovo segretario nella persona di Nicola Cataruozzolo. Con una segreteria totalmente rinnovata per dare un contributo politico non solo per le imminenti elezioni. Anche, forse soprattutto,  per cercare” tutti insieme- dice Cataruozzolo- lo possiamo fare” una strada nuova per aprirsi al futuro di Grottaminarda e della valle dell’ Ufita.
Ecco l’intervista: 
D. Grottaminarda occupa un posto importante nel futuro della valle dell’Ufita. Il ruolo del Pd locale?
R. La pagina del localismo, del campanilismo e del protagonismo fasullo, che tanto male ha fatto a Grottaminarda, va cancellata. Per questo motivo agiremo da subito insieme agli altri partiti democratici dell’area vasta per costruire un progetto che guardi all’imminente scadenza elettorale come parte di un percorso politico più ampio per questo territorio. Il nostro documento dovrà partire dai problemi reali della nostra zona con la partecipazione attiva dei cittadini non solo per le scadenze del PNRR e per le grandi opere Masterplan dell’area vasta, Stazione Hirpinia, Piattaforma logistica e zona Zes ma anche per i problemi quotidiani che assillano la comunità nel campo dei servizi socio-sanitari, dell’istruzione, dei trasporti fino alla sostituzione della rete colabrodo dell’Alto Calore.
D. La nuova segreteria è attesa da un lavoro per il rinnovamento.
R. Non solo, lo definirei di rinascita del partito, in questi giorni avvertiamo un senso di vicinanza inaspettato da parte di cittadini disillusi e oggi si sentono già protagonisti e disponibili ad avviare una nuova fase della nostra vita politica, speriamo che non sia un fuoco di paglia, non possiamo deluderli.
Abbiamo costituito un direttivo di 20 persone più il segretario, ci sono giovani che per la prima volta vogliono cimentarsi in questa avventura e meno giovani che sono stati impegnati non solo nella militanza partitica ma anche nella società civile, garantendo la parità di genere.
D. Più spazio ai cittadini, alla società civile e al volontariato: sono i punti fermi della tua segreteria.
R. Il primo compito è quello di rilanciare il partito con una campagna di ascolto delle tante domande di dignità che provengono dalla società e costruire un organismo per favorire la partecipazione dei cittadini alla vita democratica della nostra comunità.
Non sarà facile e non vogliamo minimizzare la realtà o ignorare le differenze: la democrazia è anche conflittualità non violenta tra posizioni spesso divergenti. La politica ha il compito di attraversare il conflitto per trovare la migliore soluzione.
Con la mia lunga esperienza nel mondo del Volontariato contaminerò tutti gli iscritti e in particolare la squadra del direttivo, sicuramente ci sarà d’aiuto e ci farà da guida in questo lungo percorso.
Giancarlo Vitale