Stanco: “La salute mentale è un diritto di tutti”

64

Stanco: “La salute mentale è un diritto di tutti”

In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, il presidente del MAPS Movimento Attivo Politico e Sociale di Cassano Irpino ci ha inviato la seguente nota che volentieri pubblichiamo.

“Oggi è la giornata mondiale della salute mentale. Nel nostro paese è ancora un privilegio, bisogna dirlo.
Nonostante il trauma collettivo della pandemia e le relative conseguenze.

Nonostante la consapevolezza crescente della sua importanza nella vita di tutti.
La salute mentale ha la stessa dignità di quella fisica e sono strettamente “interdipendenti”.

Il dolore è tale, prescindendo dalla forma con la quale si manifesta.
In tale contesto la politica non ha riservato l’attenzione necessaria e dovuta a questa tematica.

Emblematica l’assenza di dibattito sul tema nell’ultima campagna elettorale.
Eccezion fatta per qualcuno/a che ha utilizzato il termine “devianze” per far riferimento a tale problematica sociale.

Sono evidenti le lacune del sistema pubblico nel tutelare i cittadini che necessitano di un supporto psicologico o psichiatrico.

I dati ci dicono che ad oggi mancano 4.600 addetti ai servizi territoriali per la salute mentale.

Bisogna lavorare per l’introduzione dello psicologo di base , la presenza di un supporto psicologico nei luoghi di lavoro, di formazione, a scuola e nelle università.

La società e principalmente le nuove generazioni hanno acquisito tanta
consapevolezza sul tema.

Lo faccia anche la politica, non utilizzando a proprio piacimento e spesso in maniera strumentale tale tematica, salvo poi non intervenire in maniera incisiva a riguardo.

Liberiamoci dalla retorica secondo la quale è eroe chi lotta contro una malattia fisica, e dallo stigma invece del “Debole” che affronta la malattia mentale.
Nessuno sceglie di soffrire. La salute è un diritto di tutti”.