Torna la Sagra della Castagna di Montella IGP,  giunta alla 38esima edizione

39

Torna la Sagra della Castagna di Montella IGP,  giunta alla 38esima edizione. Si annuncia la partecipazione di circa 100 stand per l prima edizione dopo due anni di stop forzato imposti dalla pandemia.

Sagra della Castagna di Montella, 38esima edizione dal 31 ottobre al 6 novembre

L’Amministrazione comunale ha ufficializzato le date. L’evento avrà luogo dal 31 ottobre al 6 novembre. Questa mattina ad Avellino la presentazione ufficiale presso il Circolo della stampa. Il Sindaco di Montella, Rizieri Buonopane, fornirà i dettagli dell’organizzazione ormai pronta. «Ancora più ricca di iniziative culturali, proporrà convegni di promozione del territorio e stand con specialità gastronomiche e rinomati prodotti tipici locali», si annuncia in una nota. Il percorso, che sarà solo parzialmente modificato, si snoda attorno a Piazza Bartoli e includerà anche i mercatini bio delle associazioni di categoria «L’evento quest’anno, si candida a riconfermare il consenso e a rivivere i successi di partecipazione e di pubblico che ha avuto nelle scorse edizioni». In questo senso, sono attesi oltre 100mila visitatori che nell’ultima edizione hanno affollato i 195 stand allestiti in ogni angolo del paese, con l’esposizione e vendita di prodotti tipici, ma anche artigianato e distillati di produzione locale. Formaggi e salumi sono i prodotti maggiormente presenti, accanto alla vera regina della festa, la castagna. Due anni fa c’è stato anche il caciocavallo podolico, candidato dal Comune come Prodotto Agroalimentare Tradizionale (P.A.T.) al Ministero. Come da tradizione, non mancherà un’offerta musicale, con nomi importanti per i concerti nel programma allestito dalla Pro Loco e dal Comune di Montella per la XXXVIII edizione della Sagra. «L’amministrazione sta lavorando agli ultimi dettagli, ma si prefigura un’edizione ricca di iniziative, dove i prodotti locali e la castagna in primo luogo avranno la giusta valorizzazione e dove non saranno trascurati l’intrattenimento, con ben tre postazioni per la musica, i laboratori e gli spettacoli per bambini, gli show cooking e le iniziative culturali», si legge in una nota.