Criminalità diffusa, festeggiamenti di San Modestino, vivibilità in Città e provincia si discute in Prefettura

313

Criminalità diffusa, festeggiamenti di San Modestino, vivibilità in Città e provincia si discute in Prefettura

Criminalità diffusa, festeggiamenti di San Modestino, vivibilità di spazi pubblici in Città e provincia e mobilità turistica: questi i temi all’ordine del giorno del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto questa mattina dal Prefetto Paola Spena, con la partecipazione dei vertici locali delle Forze dell’Ordine, del Sindaco della città Capoluogo e, per le questioni di interesse, del referente della Provincia.

Sul fronte dei reati predatori, è stato evidenziato che in Irpinia, rispetto al medesimo periodo ante Covid, si registra una complessiva flessione del numero dei furti in appartamento, per lo più riconducibili ad una criminalità esterna all’area provinciale.

Ciò anche grazie ad una sempre più efficace azione di prevenzione e controllo del territorio da parte delle Forze dell’Ordine. Nonostante questo dato, resta sempre alto il livello di attenzione, in particolare nelle aree maggiormente oggetto da tali fattispecie criminose, con una intensificazione dei servizi disposta dal Prefetto nelle fasce orarie più esposte, anche per elevare la soglia di percezione di sicurezza di quelle comunità ove è particolarmente avvertito il fenomeno.

Per quanto concerne gli episodi di “criminalità diffusa” che interessano il Capoluogo, in particolare nell’area di Piazza Kennedy, frequentata da un’ampia platea giovanile, è stata incrementata, anche con la collaborazione ed uno sforzo straordinario richiesto alla Polizia Locale, la presenza e la visibilità delle Forze di Polizia, in special modo nelle ore pomeridiane e serali. Il Comune si è impegnato, in proposito, anche al rafforzamento del sistema di videosorveglianza come utile strumento di deterrenza.

Attenzione puntata anche su Via Fariello, sede del nuovo terminal bus, che, in considerazione della movimentazione di mezzi e persone, è già oggetto di attività di controllo, in particolare ad opera di personale della Polizia di Stato, ed ulteriormente incrementata in concomitanza con la ripresa, a gennaio, delle attività scolastiche. Sul posto è anche attiva, con finalità preventive la vigilanza privata a cura dell’AIR, oltre ad un sistema di videosorveglianza. Grazie a tutte queste misure non si sono ad oggi registrati scenari critici.

Sempre con riferimento alla città di Avellino, in vista dei festeggiamenti del Santo Patrono, previsti per il 14 febbraio, il Sindaco ha illustrato le iniziative ideate per animare la “Notte bianca”, che comprende anche momenti di intrattenimento musicale, ed artisti di strada.

Sul punto il Prefetto, nel rammentare la necessità di predisporre le ordinanze sindacali di divieto di vendita di alcolici e di bevande in contenitori di vetro, ha invitato il Sindaco a disporre una presenza più significativa degli operatori di Polizia Locale, nell’ambito della cornice di sicurezza assicurata dalla Forze dell’Ordine anche con pattuglie operanti a piedi.

Con l’occasione, il Rappresentante del Governo ha esortato l’Amministrazione Comunale ad un confronto con le associazioni di categoria degli esercizi commerciali per avviare una condivisione circa le modalità di regolamentazione partecipata delle attività, a tutela degli avventori.

In merito alle iniziative riservate alla competenza dell’Amministrazione Locale, ha anche sollecitato i controlli di polizia amministrativa previsti dall’ordinamento, rivolti, n via generale alla prevenzione dei reati ed al mantenimento di adeguate condizioni di vivibilità del territorio, includendo meccanismi che consentono di evitare situazioni pregiudizievoli sotto il profilo della sicurezza pubblica.

Il Prefetto ha, infatti, sottolineato come sia importante esplorare tutti gli spazi a disposizione per assumere misure idonee ad elevare la complessiva sicurezza intorno alle aree della cosiddetta “movida”, adottando interventi condivisi, per contemperare le esigenze del sano divertimento con il diritto alla tranquillità dei cittadini.

Infine, in considerazione, in occasione dell’ultimo fine settimana, del notevole afflusso di turisti provenienti anche da altre province della Regione lungo le direttrici che portano al Laceno, il Consesso ha ritenuto necessario, in vista di possibili ulteriori precipitazioni nevose e, al fine di garantire una migliore mobilità, interessare l’ANAS per una costante pulizia delle strade e dei piazzali, ma anche per la predisposizione di una cartellonistica mobile ed informativa a valle dell’Ofantina.

Dal canto suo, l’Amministrazione Provinciale ha garantito una costante attenzione in ordine agli interventi di pulizia della strada che conduce a Montevergine, particolarmente frequentata nei giorni festivi da molti pellegrini