Grottaminarda, mostra sulla vita di San Tommaso D’Aquino

326
mostra sulla vita di San Tommaso D'Aquino
MOSTRA SU SAN TOMMASO D’AQUINO. ESPOSTA L’OPERA DI OTTO VAN VEEN (1610).
A partire da venerdì 18 agosto, e fino a domenica 20 agosto, mostra sulla vita di San Tommaso D’Aquino, Patrono di Grottaminarda, presso la Sala Thomas Menino di Palazzo Portoghesi.

In occasione del triennio dedicato all’Aquinate, la Pro Loco Grottaminarda Aps con il patrocinio della Parrocchia di Santa Maria Maggiore, del Comune di Grottaminarda, del Rotary Community Corps Avellino Est e con la collaborazione della collana “Quaderni di Storia e Cultura Grottese”, ha voluto sottolineare gli importanti anniversari di quest’anno e dei prossimi due:

1528 – 2023: 495 anni di culto documentato a Grottaminarda;

1323 – 2023: 700 anni dalla canonizzazione;

1274 – 2024: 750 anni dalla morte;

1225 – 2025: 800 anni dalla nascita.

Per l’occasione sarà esposta l’opera dell’autore belga Otto van Veen, edizione del 1610 che racconta la vita romanzata di San Tommaso corredata da illustrazioni degli incisori fiamminghi Cornelis Boel, Egbert van Panderen, Cornelis Galle il Vecchio e Jacob Isaacszoon van Swanenburg.
In mostra le riproduzioni autorizzate delle incisioni. Il tutto reso più fruibile dalle traduzioni delle didascalie dal latino all’italiano a cura della Professoressa Lucia Toglia.
La mostra sarà visitabile nelle tre giornate dalle ore 18:30 alle ore 23:00 con accesso dall’ingresso superiore di Palazzo Portoghesi.
Degna di nota anche l’immagine utilizzata per promuovere l’iniziativa: riproduce il Santo Patrono nella stessa posa del busto seicentesco ed è opera del grafico Mirko Lepore, originario di Grottaminarda, residente ormai da molti anni in Toscana.
«In qualità di delegata alla promozione delle Tradizioni Popolari – afferma l’Assessora Doralda Petrillo – non posso che ringraziare il presidente della Pro Loco Grottaminarda APS, Paolo Di Giulio, ed il tesoriere e responsabile culturale, Raffaele Masiello, che ha curato minuziosamente la mostra “San Tommaso d’Aquino – Patrono di Grottaminarda”.
Una mostra, quella organizzata dalla Pro Loco Grottaminarda APS, che assume una
connotazione socio-antropologica, tentando nel suo piccolo di avvicinare, in maniera
semplice, i fedeli alla vita di San Tommaso d’Aquino e che con il suo carattere pubblico e
comunitario manifesta la profonda devozione della nostra comunità nei confronti di San
Tommaso».
«Salutiamo con piacere – aggiunge Marilisa Grillo, Assessora alla Cultura – la pregevole iniziativa di Raffaele Masiello tesa a mettere in comune con gli altri le sue conoscenze, dando vita a un miracoloso processo virtuoso in cui si arricchisce, nello stesso tempo, chi dona e chi riceve.
Teniamo moltissimo alla figura del nostro Santo intellettuale. Questa Amministrazione ha istituzionalizzato una giornata in onore di San Tommaso.
Il 25 giugno è stato organizzato un convegno sulla sua figura che ha visto illustri studiosi e
il nostro caro Vescovo, Sergio Melillo, cimentarsi nell’analisi della figura poliedrica del
nostro patrono. In quell’occasione è emerso che le cose più futili sulla personalità umana
possono nascondere delle rivelazioni inaspettate ed è stato citato il brillante ed originale
saggio di Nuccio Ordine “L’utilità dell’inutile”.
Tutta l’opera di San Tommaso è innervata di simili considerazioni, certamente non è facile capire, nel nostro mondo dominato dall’homo oeconomicus, l’utilità dell’inutile e, soprattutto, l’inutilità dell’utile».