11ª Edizione dell’Autunno Chitarristico al Conservatorio “Nicola Sala”

210

11ª Edizione dell’Autunno Chitarristico al Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento

 

Dal 17 al 20 ottobre prossimi si svolgerà a Benevento l’undicesima Edizione dell’Autunno Chitarristico, organizzato dal Conservatorio Nicola Sala di Benevento.

La manifestazione, ideata e coordinata artisticamente dal M° Piero Viti, concertista di fama internazionale e docente titolare di chitarra nell’Istituto di Alta Formazione Musicale sannita, presenta anche quest’anno un ricco cartellone di eventi, ospitati come di consueto nella suggestiva sede del complesso di San Vittorino. Si succederanno, secondo una collaudata formula, master class, conferenze, concerti, spazi giovani, che vedranno protagonisti alcuni dei maggiori esponenti internazionali della chitarra accanto a giovani talenti.

Ad aprire la kermesse l’11ª Edizione del Convegno dedicato a Ferdinando Carulli (il 17 ottobre alle ore16:00), unica manifestazione a livello mondiale dedicata al celebre maestro dell’800, che vedrà protagonisti come relatori Ugo Orlandi, uno dei maggiori esponenti a livello internazionale del mandolino, impegnato anche come esecutore in duo con Piero Viti a conclusione dell’evento, e il brillante ricercatore operante in Svizzera, Francesco Braggio.

Tra gli ospiti di altissimo livello che si esibiranno sul palco del San Vittorino, si segnalano, invece, la chitarrista spagnola Isabel Montesinos (in concerto il 19 ottobre alle ore 19:30), vincitrice di numerosi importanti premi internazionali, tra cui il Primo Premio al Concorso Tárrega in Spagna e al Concorso Pittaluga in Italia, Lucio Matarazzo, una delle pietre miliari della chitarra italiana, in duo con il giovane talentuoso Giovanni Masi (17 ottobre ore 19:30), Christian Saggese, riconosciuto come uno dei maggiori virtuosi delle sei corde sulle scene della chitarra (che presenterà il 17 ottobre, in chiusura del Convegno dedicato a Carulli, il suo ultimo CD interamente dedicato agli studi dell’autore), nonché l’apprezzato l’interprete romano Massimo Delle Cese, docente al Santa Cecilia di Roma e concertista di fama (in concerto il 19 ottobre alle ore 18,00 in un omaggio al celebre Mario Gangi, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita,).

Si unisce a essi un altro fuoriclasse della chitarra, da alcuni anni ospite fisso del Festival, Giulio Tampalini, uno dei maggiori interpreti italiani dello strumento. Tampalini sarà impegnato in un appuntamento esclusivo, il concerto finale con l’orchestra in programma il 20 ottobre alle 19,15, nel quale sarà protagonista dell’evento di punta dell’intera manifestazione, la prima riproposizione assoluta dello splendido Concerto dell’Argentarola di Ennio Porrino, portato al successo alla fine degli anni ’50 dal dedicatario del lavoro, Mario Gangi, in una celebre incisione discografica e in alcuni concerti tenuti per la Rai e per la Radio Svizzera. Da allora il Concerto, che a ben ragione può essere definito come uno dei capolavori della letteratura per chitarra e orchestra del ‘900, non è stato più eseguito e la riproposizione di Tampalini, al fianco della collaudata compagine dell’Orchestra del Conservatorio N. Sala di Benevento diretta da Francesco D’Ovidio, si configura come un avvenimento di grandissimo interesse. A impreziosire l’esecuzione ci sarà anche una presenza d’eccezione, quella della figlia del compositore, Stefania Porrino, che in apertura presenterà brevemente l’opera. Nella stessa serata saranno inoltre eseguiti con l’Orchestra il Concerto di Reginald Smith-Brindle, anch’esso una rarità, proposto da Duilio Meucci alla chitarra, vero e proprio esperto di questo autore di cui sta curando l’incisione dell’integrale dell’opera chitarristica per l’etichetta Naxos, e il giovane ma già affermato virtuoso del flauto Franco Ascolese in duo con il curatore artistico della manifestazione, Piero Viti, entrambi docenti presso il Conservatorio Sala, che insieme con l’orchestra proporranno “In the Early Morpihng”, una coinvolgente pagina dell’apprezzato compositore partenopeo Vincenzo Palermo.

Completeranno il parterre dei protagonisti gli altri docenti di chitarra del Conservatorio sannita, Domenico Mottola (di scena il 20 ottobre alle 18:00), anche lui giovane gloria chitarristica, vincitore di numerose prestigiose competizioni internazionali, e Valerio Celentano, affermato virtuoso dello strumento (protagonista il 17 ottobre alle ore 18:00 di una conferenza concerto sulle musiche per chitarra dell’autore francese Georges Migot, che vedrà anche la partecipazione del flautista Franco Ascolese). Da segnalare, inoltre, il concerto del Sannio Guitar Ensemble, diretto da Mario Fragnito, anche lui docente del Conservatorio sannita (20 ottobre alle ore 17:00) e la partecipazione negli spazi giovani di alcuni giovani talenti chitarristici del “Sala”, Maurizio Grandelli e Alessandro Parente (17 ottobre alle ore 19:00) e Daniele Cambio (19 ottobre alle ore 19:00). Il tutto sarà accompagnato nelle mattinate dalle master class tenute da tutti gli ospiti del Festival. La consultazione del calendario completo degli eventi è disponibile sul sito del Conservatorio, www.conservatorio.bn.it.

Grande la soddisfazione espressa dal presidente del “Nicola Sala”, Caterina Meglio, e dal direttore Giosuè Grassia che in una nota affermano: “L’Autunno Chitarristico, giunto quest’anno al notevole traguardo di 11 edizioni, rappresenta per il nostro Conservatorio un’importante occasione di valorizzazione della didattica e della ricerca specifica in campo musicale, nonché di apertura al territorio, con la promozione di eventi di vero e proprio riferimento non solo per gli addetti ai lavori, ma, in maniera più ampia, dedicati a tutti gli appassionati della musica.