Stellantis, Spera (Ugl):”Urso lavora per il tavolo che si insedierà il 6 dicembre”

517
Stellantis Spera

“Constatiamo che il ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, è al lavoro per un’intesa su un tavolo Stellantis, che si insedierà il 6 dicembre e avrà questi obiettivi: aumentare i livelli produttivi negli stabilimenti italiani, consolidare i centri di ingegneria e ricerca, investire su modelli innovativi, riqualificare le competenze dei lavoratori e sostenere la riconversione della componentistica. Il Tavolo Sviluppo Automotive consentirà un confronto continuativo, trasparente e inclusivo tra tutti gli attori, con la partecipazione di Stellantis, dei presidenti delle Regioni sede di stabilimenti dell’azienda – Abruzzo, Basilicata, Campania, Lazio, Molise, Piemonte ed Emilia-Romagna – delle organizzazioni sindacali e di Anfia, che rappresenta le imprese della componentistica”.

Lo dichiara il Segretario Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera per il quale, “l’istituzione risponde agli obiettivi indicati nel protocollo d’intesa Mimit-Anfia, sottoscritto il 18 ottobre, e alle sollecitazioni anche dell’Ugl più volte emerse nelle riunioni, unitamente con le istituzioni regionali, con i sindacati e con le associazioni di impresa. Lo ribadiamo, è’ il primo governo della storia Repubblicana a tentare di creare le condizioni per un accordo di transizione che tenga dentro tutta la filiera dell’automotive Italiana. L’Ugl Metalmeccanici – aggiunge Spera – il prossimo 6 dicembre con Urso e la casa di Carlos Tavares, è pronta a sostenere qualsiasi intesa che abbia l’obiettivo di rilanciare la produzione di auto in Italia e tornare verso quota un milione l’anno. Il Governo Italiano dovrà pur mettere del suo se servono incentivi e sostegno alla competitività industriale. Tutti insieme dobbiamo mettere il forte impegno nei confronti del Paese, responsabilmente ogni stakeholder abbracci il cambiamento necessario a 360° a beneficio dell’industria automobilistica italiana, dei clienti italiani nella transizione verso l’elettrificazione del settore auto e a salvaguardare necessariamente i livelli occupazionali: per l’Ugl, definire gli impegni dell’azienda su investimenti, produzione e occupazione in Italia è fondamentale. Il Governo si renda disponibile a rivedere lo schema degli incentivi, invitiamo a sforzarsi, per il bene del Paese, sul piano degli incentivi alle auto elettriche, che Stellantis ha sempre ritenuto insufficiente e penalizzante per le sue fabbriche italiane. Siamo ad oras pronti a sottoscrivere e dare proseguimento al piano industriale ‘Dare Forward’, che prevede il lancio di 10 nuovi modelli elettrici o ibridi entro il 2025 e di garantire la salvaguardia della filiera automotive italiana, asse centrale dell’industria nazionale. Ricordiamo non è il momento di fermarci, che l’au­to­mo­ti­ve è un set­to­re im­por­tan­te, dà occupazione a trop­pi lavoratori e lavoratrici per­ché pos­sa subire rallentamenti. Serve tutelare la  produzione e l’occupazione in­ter­na dove – con­clu­de Spe­ra – come Ugl Metalmeccanici, sia­mo con­vin­ti che l’I­ta­lia, pos­sa affermarsi e con­so­li­da­re,  nel nuo­vo con­te­sto glo­ba­le, la sua produzione industriale or­go­glio del Made in Ita­ly”.

 

 

 

 

 

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI TGNEWSTV