Gemellaggio tra Gesualdo e Venosa in programma sabato 8 marzo

425
Gemellaggio Gesualdo e Venosa

Si svolgerà a Venosa, sabato 8 marzo, il gemellaggio tra questo suggestivo comune lucano in provincia di Potenza e quello di Gesualdo, situato nell’alta Irpinia.

Il programma è articolato nel modo seguente:

  • alle ore 9:30, ci sarà il Corteo “Il Ritorno di Eleonora” a Piazza Castello;
  • alle ore 10:00, presso la Sala del Trono del Castello Aragonese di Venosa, sono previsti i Saluti istituzionali di Marianna Iovanni, Sindaca di Venosa, di Domenico Forgione, Sindaco di Gesualdo, di Claudio Martino, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Gesualdo da Venosa” situato, appunto, a Venosa, di Franco Di Cecilia, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Frigento, e di Mimma Carlomagno, Dirigente Scolastica dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Q. Orazio Flacco” di Venosa; a moderare, ci penseranno Sonia Mollica e Rocio Badillo, rispettivamente, dell’Associazione “La Quadriga”, operante a Venosa, e dell’Associazione “Agorà” di Gesualdo;
  • alle ore 10:30, sempre presso la Sala del Trono del Castello Aragonese di Venosa, sarà il turno di Kamishibay, con “Vita di Carlo Gesualdo Principe dei Musici” e “Quinto libro dei Madrigali”, con le classi quinte della Scuola Primaria di Gesualdo;
  • alle ore 11:15, ci sarà la visita guidata al Castello Aragonese di Venosa, che effettuerà la classe III° H della Scuola Secondaria di Primo Grado;
  • alle ore 11:45, è previsto il Saluto Musicale presso la Chiesa del Purgatorio;
  • alle ore 16:00, a Piazza Castello, si svolgerà il Corteo Storico Gesualdiano;
  • alle ore 17:00, presso l’Aula Magna del Liceo, ci saranno i Saluti istituzionali di Mimma Carlomagno, di Catia Capasso, Dirigente Scolastica dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Aeclanum” di Mirabella Eclano, di Claudio Martino e del Prof. Antonio Vaccaro (Edizioni Osanna). Ci sarà, inoltre, il Concerto “Genius Gesualdo”.

Questo gemellaggio sarà un’occasione di incontro tra culture degli entroterra campano e lucano, che sono unite, idealmente, nel nome di Carlo Gesualdo da Venosa e che hanno un patrimonio culturale vastissimo spesso poco pubblicizzato e poco conosciuto ai più.

 

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI TGNEWSTV