Monaco di Baviera: scomparso Andreas Brehme all’età di 63 anni

1186
Monaco di Baviera Andreas Brehme
(Fonte: pagina Facebook Andreas Brehme)

È venuto a mancare stamattina, a Monaco di Baviera, all’età di 63 anni, il giocatore e allenatore tedesco Andreas Brehme, a causa di un arresto cardiaco.

La grande gloria tedesca ha mosso i primi passi nel calcio giocando nel Barmbeck-Uhlenhorst.

In seguito, ha militato in club come il Kaiserslautern, il Bayern Monaco, il Real Saragozza e, soprattutto, l’Inter.

È stato parte integrante della squadra nerazzurra di Milano per quattro anni, dal 1988 al 1992, vincendo uno Scudetto nella stagione 1988/1989, ricordato per essere stato quello in cui una squadra di Serie A ha ottenuto più punti totali quando la vittoria valeva due punti, in luogo degli attuali tre. Sempre nell’Inter, ha vinto anche una Coppa UEFA nella stagione 1990/1991, battendo in finale la Roma, in un emozionante doppio confronto conclusivo tra due squadre italiane.

Andreas Brehme, ha giocato per diversi anni anche nella Nazionale di calcio tedesca, in cui i massimi risultati sono stati: la finale persa contro l’Argentina allo Stadio “Azteca” Città del Messico per 3-2 nel Mondiale del 1986, la finale vinta per 1-0 allo Stadio “Olimpico” di Roma, sempre contro la Nazionale di calcio sudamericana sopracitata, nel Mondiale di Italia ’90, con suo gol decisivo su rigore, e, infine, la finale persa allo Stadio “Ullevi” di Göteborg per 2-0 contro la Danimarca a Euro ’92.

Come allenatore, si ricordano le sue esperienze al Kaiserslautern, dal 2000 al 2002, allo Unterhaching, dal 2004 al 2005 e, dal 2005 al 2006, come vice di Giovanni Trapattoni allo Stoccarda.

Prima dell’inizio della partita di andata degli Ottavi di finale di Champions League di stasera tra Inter e Atletico Madrid, vinta dalla squadra nerazzurra per 1-0, allo Stadio “Giuseppe Meazza” di Milano, è stato osservato un minuto di silenzio in sua memoria.

 

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI TGNEWSTV