Sottoscritto il protocollo d’intesa tra la DMO Irpinia Montagna d’Amare APS e Città dell’Alta Irpinia

Obiettivo, la creazione di un percorso utile alla definizione della governance a supporto della valorizzazione delle radici, delle comunità e dell’identità territoriale

220

Alla Città dell’Alta Irpinia è affidata la rappresentanza unitaria dell’area progettuale nei confronti della Regione Campania e del Comitato Nazionale per le Aree Interne: l’organismo ha tra i suoi obiettivi il rafforzamento della concertazione territoriale, mediante il coinvolgimento di tutti i partner locali e l’adeguamento dell’azione e dell’organizzazione amministrativa dei Comuni verso più avanzati standard di funzionalità.

Mentre la DMO è un’associazione che adotta un modello organizzativo finalizzato alla gestione della destinazione turistica in Irpinia, con l’obiettivo di rafforzare i servizi e le risorse delle varie identità territoriali in essa comprese e articola la propria azione su tre principali versanti: accoglienza; promozione e informazione.

L’intesa costituisce uno strumento di concertazione finalizzato ad assicurare livelli di integrazione e coordinamento tra le funzioni amministrative e tecniche, che i soggetti coinvolti svolgono per garantire un effettivo perseguimento delle politiche di sviluppo e valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale, con l’obiettivo di realizzare un piano strategico-operativo e di comunicazione in ambito turistico, che passa prima di tutto attraverso un’attenta analisi del contesto e della governance.

La Città dell’Alta Irpinia ha trovato nella DMO un partner per avviare un’attività di accompagnamento alla presentazione di proposte di intervento per la lotta allo spopolamento, attraverso la costruzione di strategie e progettualità mirate allo sviluppo e alla valorizzazione dello specifico segmento turistico. La DMO provvederà a supportare questo percorso con l’obiettivo di formulare una proposta per la successiva redazione di un piano strategico triennale per lo sviluppo turistico. I Contenuti sviluppati saranno oggetto di uno specifico confronto con le amministrazioni locali e con il gruppo di lavoro che Città dell’Alta Irpinia costituirà internamente.

I contenuti del protocollo d’Intesa saranno oggetto dell’incontro che si terrà sabato 6 aprile – dalle 10.30 – a Sant’Angelo dei Lombardi, nella Sala Teatrale del Centro Sociale Don Bruno Mariani: un evento per festeggiare, attraverso il racconto delle iniziative svolte, il primo anno di vita associativa della DMO.

«Il protocollo arriva al termine di un percorso in cui la DMO Irpinia ha lavorato con un profilo basso per creare modelli e risultati concreti. Oggi siamo felici perché è grazie a questo impegno e ai risultati raggiunti che Città dell’Alta Irpinia, i cui componenti ringrazio per la fiducia, hanno deciso di aderire al nostro progetto. Alcuni dei comuni dell’Unione hanno fatto con noi questo percorso dall’inizio, ora la sfida è far crescere questa rete, valutando nuove configurazioni e nuovi modelli in grado di rendere questi territori competitivi e sempre più attrattivi», spiega Vincenzo Castaldo, Presidente DMO Irpinia Montagna d’amare.

«L’obiettivo, per Città dell’Alta Irpinia – ha dichiarato la Presidente Rosanna Repole – è la valorizzazione dell’offerta del territorio, così da rendere l’intera area una destinazione turistica di successo capace di soddisfare i bisogni e gli interessi di uno o più target di domanda turistica (famiglia – turismo sportivo – turismo culturale – ecc.).

Come destinazione turistica, l’area SNAI, si pone l’obiettivo di strutturare le proprie risorse creando delle reti che uniscano i servizi e l’offerta per costituire veri “prodotti turistici territoriali” che rispondano alle esigenze dell’utenza. Per questo crediamo che la DMO, che ha avviato un ottimo lavoro in Irpinia, possa ben supportarci in tal senso».

All’incontro di sabato 6 aprile interverrà anche l’Assessore al Turismo della regione Campania – Felice Casucci – a cui saranno affidate le conclusioni