Pozzuoli: consapevolezza e partecipazione per affrontare il bradisismo

312
Pozzuoli: consapevolezza e partecipazione per affrontare il bradisismo
Foto su Facebook

Pozzuoli: consapevolezza e partecipazione per affrontare il bradisismo

Consapevolezza e partecipazione: le chiavi per essere preparati ad affrontare i rischi connessi al fenomeno bradisismico a Pozzuoli.
Il primo incontro pubblico sul tema dall’approvazione del Decreto-legge 140 e dalla nascita della nuova pianificazione speditiva, ha rappresentato un momento di confronto importantissimo che ha visto la presenza a Pozzuoli delle massime autorità dello Stato e di tutte le istituzioni che operano ai vari livelli: il capo del Dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Fabrizio Curcio; l’assessore regionale Mario Morcone; il direttore generale della Protezione Civile della Campania, Italo Giulivo; il vice capo del Dipartimento Nazionale, Titti Postiglione; l’assessore del Comune di Napoli Edoardo Cosenza delegato del Sindaco Metropolitano; il sindaco di Pozzuoli, Luigi Manzoni; la direttrice del Dipartimento vulcani dell’INGV, Francesca Bianco; il direttore dell’Osservatorio Vesuviano, Mauro Di Vito; la Prefettura di Napoli; il presidente del Consorzio Unicersitario Reluis, la rete dei laboratori universitari di Ingegneria Sismica, Mauro Dolce; il direttore scientifico del centro di competenza Plinius, Giulio Zuccaro.
La Protezione Civile è al fianco di Pozzuoli per diffondere la cultura della prevenzione, lavorando insieme alla comunità per una maggiore consapevolezza e prontezza di fronte a scenari di rischio.