Città dell’Alta Irpinia, assemblea dei Sindaci per il nuovo schema di convenzione SNAI

290

L’ultima Assemblea dei Sindaci della Città dell’Alta Irpinia – guidata dalla Presidente Rosa Anna Maria Repole – ha segnato un deciso passo avanti nelle azioni di coordinamento per il percorso dei territori coinvolti nella Strategia Nazionale Aree Interne della Regione Campania.

Durante l’incontro sono state condivise e confermate le intenzioni emerse nel precedente convegno di Caposele – tenutosi il 23 febbraio – che ha visto coinvolte le sette Aree Interne della Campania, insieme alle Autorità di Gestione regionali dei Fondi europei (FESR, FSE+ e FEASR), e ha permesso di rafforzare l’impegno per una sinergia e un’organizzazione maggiormente efficace nella corretta implementazione delle strategie e nella realizzazione dei progetti.

Tra i temi cruciali affrontati durante l’Assemblea – che si è svolta nella sede della Comunità Montana Alta Irpinia – si è stabilito che il comune capofila resterà Aquilonia, mentre la sede dell’ufficio unico è stata fissata a Lioni. Il comitato di coordinamento, composto da un totale di 13 membri, sarà formato sia da rappresentanti dei comuni che da figure istituzionali di spicco.

È emersa anche la necessità di concentrarsi sulla progettazione, considerando che i criteri di ripartizione delle risorse per le aree interne includono una premialità legata alla tempestività nella realizzazione degli interventi. In particolare: il 50% delle risorse viene distribuito in parti uguali per le 7 aree interne, il 30% in base alla popolazione, all’indice di decremento della stessa e all’estensione del territorio, mentre il restante 20% è oggetto di un riconoscimento legato alla velocità di realizzazione e di spesa sui territori.

Guardando al futuro, il ciclo di programmazione 2021-2027 si propone di portare avanti nuovi investimenti per migliorare i servizi, contrastare lo spopolamento e favorire lo sviluppo sostenibile. Un punto centrale sarà la creazione di una nuova economia del turismo, con il potenziamento del sistema ricettivo per l’accoglienza dei turisti e l’intenzione di mettere in campo proposte orientate alla crescita di professionalità nel settore, con un focus sul marketing turistico dell’Alta Irpinia. Si prevede di destinare risorse che incentivino un modello sostenibile, incentrato sull’enogastronomia e sulle produzioni di qualità, in cui il viaggiatore possa fare esperienza del patrimonio naturale e culturale dei territori rurali. In questo contesto si è stabilito di incentivare la diversificazione e l’innovazione delle economie agricole, promuovendo investimenti mirati che coinvolgano l’intera comunità.

L’Assemblea dei Sindaci di Città dell’Alta Irpinia si conferma dunque una piattaforma fondamentale nella collaborazione tra i territori per costruire sviluppo, a testimonianza di obiettivi condivisi per il progresso dell’intera area.