Le ragioni di una scelta

1130

di Antonio Caliendo

Avevamo pensato che un partito potesse superare i conflitti etnici esistenti nell’ambito della stessa nazione, che potesse rappresentare tutti gli italiani divenendo nazionale, che potesse superare le piccole meschinità personali e le ragioni di quartiere per aspirare a rappresentare tutti e non solo la spocchiosa ed erronea ipotesi di superiorità nordista.

Avevamo immaginato che tutti potessero essere accomunati in questa nuova visione del partito rappresentata dalla nascita del movimento politico “Noi con Salvini” dove anche l’Italia centro meridionale potesse essere chiamata al cambiamento. Amaramente ci accorgiamo che ci eravamo sbagliati.
Per molti nordisti la Lega è e rimane soltanto sinonimo di secessione, antimeridionalismo e solo momentaneamente antimmigrazione, almeno formalmente. E anche per i caporioni.