Eziolino Capuano ha un solo diktat, da buon professionista, il suo lavoro è quello di allenare la squadra e il suo compito è quello di lasciare la stessa fuori dai ‘problemi societari’. Più volte il tecnico a specifica domanda, ha risposto che “la società la ritiene presente e non ci fa mancare nulla”.

Quest’oggi, il tecnico dei lupi, ribadendo di nuovo il concetto, all’ennesima domanda che si ripete oramai da diverse ‘conferenze stampa’, sulla situazione societaria, ha presentato la prossima gara contro la Viterbese (in programma domani alle ore 17:30).

“La partita con la Ternana ha lasciato strascichi, sia sul piano morale (per gli errori arbitrali, ma capita a tutti una giornata storta) ma anche sul piano infortuni. Cejack e Laezza sono acciaccati e in emergenza, ma nonostante tutto sono stati convocati e partiranno per la trasferta. Carbonelli, Evangelista e Palmisano restano a casa”.

“Nonostante tutto però, tornando alla gara di mercoledì, schiererei la stessa formazione. Volevamo andare avanti in Coppa (che poi ci avrebbe potuto permettere di accedere dalla porta di servizio ai play-off campionato). Abbiamo subito tantissimi torti. Per ultimo il gol di Illanes, che ci tengo a sottolineare, era regolare”.

“La Viterbese è una squadra forte. Lo siamo anche noi. Lavoriamo tanto, abbiamo diverse argomentazioni, ma dipenderà anche da chi riusciremo a recuperare. Prima della gara deciderò se giocare con il 3-5-2, come la Viterbese, o il 3-4-3. A volte questa squadra nel momento più bello si specchia e facciamo harakiri. Domenica e a Caserta, per dire, abbiamo preso praticamente lo stesso gol: sono i tempi di ingresso che dobbiamo migliorare, anche nella fase di attacco”