Simone De Marco, questo pomeriggio, ha incontrato la stampa. Il giocatore dell’Avellino ha analizzato il momento positivo dei lupi e l’arrivo della nuova dirigenza, lui che con Matone, ha già lavorato.

“Sono contento del suo arrivo. Credo che ci aiuterà. Andiamo verso una stabilità, con lui e tutta la nuova presidenza. Conosco la persona e per me è sinonimo di garanzia, con lui sono stato bene a Caserta“.

Sulla vecchia proprietà: “Ci hanno sempre rassicurato su tutto e che tutto sarebbe andato bene, cos’ come del resto è stato. I problemi paventati? Qualcuno forse lo ha potuto pesare inconsciamente, ma non sul campo“.

Il momento positivo: “Nelle ultime prestazione abbiamo avuto un buon approccio. La Sicula veniva da un periodo difficile, ed era importante per noi partire subito forte. Il gol del pareggio ci ha preso alla sprovvista, è arrivato in un momento in cui eravamo in 10. Siamo stati bravi a tenere il campo e a vincere la sfida“.

Il cambio di modulo: “Il passaggio dal 3-5-2 al 3-4-3 mi ha agevolato, accanto a Di Paolantonio mi trovo bene. Con il passare delle partite ci conosceremo sempre meglio e gli automatismi saranno sempre più semplici. Domenica ho sentito un po’ la fatica. Con questo modulo si corre un po’ di più, ma dipende anche dall’avversario che affronti, se loro schierano un centrocampo a tre”

Charpentier: “La sua assenza per le prossime gare? Il modo di giocare non cambia. Albadoro è un giocatore esperto e molto forte“.