Mobilità docenti – OM 182/2020, illegittimità  ai danni dei docenti

134

Mobilità docenti – OM 182/2020, illegittimità  ai danni dei docenti

Dopo la pubblicazione della ordinanza ministeriale n. 182 del 23.3.2020 attuativa della procedura di mobilità 2020/2021, si sono  riscontrate illegittimità  ai danni dei docenti.

E’ possibile far ricorso.

Ricorso avverso l’ordinanza ministeriale n.182 del 23.3.2020 sulla mobilità del personale docente, nella parte in cui non prevede che la mobilità per l’anno scolastico 2020/2021 debba avvenire con priorità rispetto alle nuove assunzioni e, quindi, per rivendicare la priorità dei trasferimenti su tutti i posti disponibili rispetto alle nuove assunzioni.

Le attuali disposizioni che regolano la mobilità prevedono infatti, l’accantonamento del 50% dei posti per le nuove assunzioni in danno della mobilità dei docenti già di ruolo; tuttavia, la prevalente giurisprudenza prevede,che nel pubblico impiego si possa procedere alle nuove assunzioni, solo sui posti residui dopo la mobilità del personale già di ruolo; lo stesso principio vale anche nel settore scolastico, come previsto dal Testo unico della scuola.

Per poter partecipare ai ricorsi precisiamo che è assolutamente necessario presentare entro i termini la domanda di mobilità nonché inoltrare il modulo di integrazione della domanda di mobilità predisposto dallo studio e allegato in calce alla presente.
Il consiglio è quello di presentare la domanda tramite la piattaforma online tuttavia, qualora ciò non fosse possebile, Vi invitiamo a consultare il link https://www.miur.gov.it/web/guest/modulistica-mobilit%C3%A0 ove troverete tutti i modelli di domanda, le corrispondenti autocertificazioni e la giuda alla compilazione.

Le adesioni dovranno pervenire entro il 10 maggio 2020.

Leggi su TgNewsTV