Irpinia – Covid, contagiato bimbo di sette anni

667

Lioni, positivi due insegnanti della scuola primaria

il sindaco Gioino chiede attenzione in questa particolare fase

Il Coronavirus in questa fase mette a dura prova tutte le Regioni. Come annunciato anche dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, le varianti della Sars-2 colpiscono anche la popolazione in età giovanile ma pensare che anche i bambini ne possano essere colpiti mette davvero agitazione. Solo sette anni sono pochi per essere contagiati da questo virus, eppure è successo in Irpinia dove si registrano nuovi casi come si evidenzia nella comunicazione del sindaco di Lioni Yuri Gioino che sulla sua pagina Facebook scrive così:

“Continuiamo a registrare una situazione preoccupante relativamente al contagio da Covid sul territorio comunale. È finalmente arrivata la comunicazione dell’Asl riguardante la procedura da adottare a seguito della positività di due insegnanti della scuola primaria. Purtroppo, non è possibile per noi assumere decisioni ed è, al contempo, impensabile che diverse famiglie non abbiano una minima informazione su come comportarsi, nonostante le numerose sollecitazioni del dirigente e del responsabile Covid dell’istituto che ringrazio.

Non è colpa di nessuno, sia chiaro, è una fase assolutamente delicata dove tutti stanno lavorando dando il massimo, ma lasciare le famiglie senza indicazioni comportamentali non ha fatto altro che alimentare ansie e preoccupazioni in un periodo già complicato. Oggi (ieri per chi legge) sono state messe in isolamento altre famiglie e nei prossimi giorni sono previsti altri esami diagnostici per i contatti stretti di persone già risultate positive o di persone risultate positive al test antigenico. Si prevedono settimane non facili, dove conteranno molto i nostri comportamenti. Si è visto, il virus non tollera leggerezze e una nostra minima distrazione può essere determinante per il propagarsi di questa insidiosa e pericolosa malattia. Probabilmente ci apprestiamo a vivere la fase più delicata dell’emergenza dall’inizio della pandemia. Lo abbiamo detto, siamo tutti stanchi, ma adesso veramente dobbiamo dimostrare responsabilità e consapevolezza del momento delicato che stiamo vivendo”.

Leggi su TgNewsTv