P.S.D.I. – Il Socialismo Democratico riparte dalle proprie origini per rilanciare gli ideali del riformismo italiano

171

 

La forza della storia irrompe nello scenario pubblico. E lo fa attraverso la costituzione a Roma dell’associazione politico-culturale “Proposta Socialista Democratica Innovativa – P.S.D.I.”, realtà che rappresenta un laboratorio d’idee e di valori in grado di garantire al socialismo democratico di ritrovare, finalmente, posto ed autorevolezza all’interno dell’asfittico dibattito italiano.

Il gruppo dirigente del nuovo sodalizio, che al suo interno conta già diversi protagonisti di primo piano del progressismo italiano come Mario Calì, Antonello Longo, Sergio Rizzo, Vincenzo Drago e Mario Ricca, propone di offrire alle cittadine ad i cittadini uno spazio nuovo di riflessione ed analisi sui principali temi dell’innovazione politica ed economica, oltre a rappresentare un luogo di incontro tra le diverse tradizioni culturali del riformismo italiano da tempo prive di rappresentanza. L’associazione “Proposta Socialista Democratica Innovativa – P.S.D.I”, a partire dalla capitale con l’obiettivo di coinvolgere rapidamente l’intero territorio nazionale, riprenderà a svolgere l’attività di ricerca e diffusione per una nuova socialdemocrazia che si richiami allo spirito adogmatico ed anticonformista del pensiero di Turati, Matteotti, Saragat, Nenni e Pertini, con la sua prospettiva di avvicinare le italiane e gli italiani ai valori di un umanesimo, laico e rigenerato, reso patrimonio comune grazie alle importanti esperienze realizzate dal socialismo democratico in Europa.

Con queste premesse prende pertanto le mosse la “Proposta Socialista Democratica Innovativa – P.S.D.I.” con l’intento di perseguire, attraverso attività tipiche dell’associazionismo civico, lo sviluppo di idee, progetti e scenari nel campo della politica nazionale e internazionale, della cultura, del sociale, dell’amministrazione pubblica e dell’impresa. Con l’obiettivo di far rientrare nell’agenda politica ed economica i temi del riformismo, chiamando a collaborare esperti ed anche persone comuni attraverso l’ideazione e l’organizzazione di convegni, tavole rotonde e seminari pubblici. I progressi ed i risultati delle attività istituzionali saranno presentati e resi disponibili al pubblico anche attraverso il sito il sito ufficiale “www.psdi.it” nonché mediante i principali canali social.