Governo, Umberto Del Basso De Caro riconfermato sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti da Gentiloni

1888
Il Sottosegretario Umberto Del Basso De Caro alla Camera durante l'informativa urgente del Ministro delle Infrastutture Lupi in relazione alle vicende giudiziarie che hanno interessato alcuni dirigenti del Ministero, Roma 20 Marzo 2015. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Benevento – L’on. Umberto Del Basso De Caro riconfermato Sottosegretario di Stato mantendendo le deleghe alle Infrastrutture e ai Trasporti anche dal Governo guidato dal presidente Paolo Gentiloni. La nomina è stata ratificata nel corso del Consiglio dei Ministri che si è tenuto questa mattina a Palazzo Chigi. Il sannita Umberto Del Basso De Caro nato a Benevento il 29 settembre 1953, laureatosi in giurisprudenza nel febbraio 1978, esercita da allora la professione di avvocato. Sin da giovane aderisce al Partito Socialista Italiano con cui viene eletto consigliere comunale a Benevento, carica che mantiene (venendo sempre rieletto) fino al 1992. Alle elezioni nazionali del 1992 è eletto deputato con il PSI, diventando segretario della Commissione Giustizia. Alle elezioni regionali del 2010 viene eletto consigliere regionale della Campania con oltre 18 000 preferenze, diventando Componente della I e IV Commissione Consiliare permanente (Affari Istituzionali e Risorse Umane – Lavori Pubblici urbanistica Trasporti). 5 marzo 2013 viene rieletto alla Camera dei Deputati, Il 26 febbraio 2014 viene nominato Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e dai Trasporti nel Governo Renzi.                                                                                                           Grande entusiamo per il Sannio ma anche per l’irpinia, terrirori in cui l’On. Del Basso De Caro è un forte punto di riferimento politico.
In serata il giuramento dei 41 i sottosegretari nominati dal Consiglio dei ministri del governo Gentiloni. Nessuna new entry, solo qualche spostamento, la squadra del presidente del Consiglio resta la medesima del governo uscente, fatta salva l’assenza di Enrico Zanetti, che ha rinunciato ieri a ricoprire l’incarico di viceministro dell’Economia.

Ecco di seguito i nomi:

  • Presidenza del Consiglio: Maria Teresa Amici, Gianclaudio Bressa, Sandro Gozi, Luciano Pizzetti, Angelo Rughetti – Affari esteri e cooperazione internazionale: Vincenzo Amendola, Benedetto Della Vedova, Mario Giro
  • Interno: Gianpiero Bocci, Filippo Bubbico, Domenico Manzione
  • Giustizia: Federica Chiavaroli, Cosimo Maria Ferri, Gennaro Migliore
  • Difesa: Gioacchino Alfano, Domenico Rossi
  • Economia e finanze: Pier Paolo Baretta, Luigi Casero, Paola De Micheli, Enrico Morando
  • Sviluppo economico: Teresa Bellanova, Antonio Gentile, Antonello Giacomelli, Ivan Scalfarotto
  • Politiche agricole, alimentari e forestali: Giuseppe Castiglione, Andrea Olivero
  • Ambiente e tutela del territorio e del mare: Barbara Degani, Silvia Velo
  • Infrastrutture e trasporti: Umberto Del Basso De Caro, Riccardo Nencini, Simona Vicari
  • Lavoro e politiche sociali: Franca Biondelli, Luigi Bobba, Massimo Cassano
  • Istruzione, università e ricerca: Vito De Filippo, Angela D’Onghia, Gabriele Toccafondi
  • Beni e attività culturali e turismo: Dorina Bianchi, Ilaria Borletti Buitoni, Antimo Cesaro
  • Salute: Davide Faraone.